1. Hoka nr. 974

    Roteando docilmente su se stesso

    sul salvagente presso un semaforo nevralgico

    un giovane sandwich man, sta…

    E mentre rotea fissa il cielo,

    plumbeo, saturo di vapori, carico di pioggia

    o di qualcos’altro che un giovane sandwich man non sa.

    59 minuti fa  /  1 nota

  2. Hoka nr. 973

    Polvere ritorneremo

    Conosco una persona che post- mortem vorrebbe essere cremata e sparata nello spazio; un’altra mescolata alla polvere di cioccolata, sai che aroma.

    Io vorrei che qualcuno mi costruisse una casetta al cimitero con la porticina che si apra dall’interno, metti che mi sveglio, sai che scena.

    Comunque “rimanenti”: in caso fate una gran festa, sbronzatevi e ballate alla mia, please.

    1 ora fa  /  0 note

  3. Hoka nr. 972

    'E’ stata una meravigliosa serata. Ti andrebbe di salire da me per un caffè e per un’onesta e legittima scopata?'

    'puoi scordartelo'

    'non capisco. Non ti piace il caffè?'

    3 ore fa  /  4 note

  4. Hoka nr. 971

    Dopo l’articolo 18 toglieranno: la sicurezza sul lavoro, gli assegni familiari, la maternità, la tredicesima, 1 lt di sangue dopo la timbratura del cartellino, la fantasia, l’anima. No, l’anima no. Quella non la prenderete mai, maledetti padroni.

    15 ore fa  /  7 note

  5. Hoka nr. 970

    Quanto è comune ed insignificante l’individualità di chi scrive questa stupida Hoka nr. 970, tanto è speciale e unica la personalità di chi la legge. Sei veramente speciale lo sai? Ti vogliono tutti bene, sei tutto il mondo che c’è. A te scrivono canzoni e dipingono i muri dei più bei quartieri della città. Come vorrei essere te. 

    15 ore fa  /  2 note

  6. Hoka nr. 969

    Passeggiando per una importante via, di cui non posso dire il nome, di una città, che ugualmente non può essere rilevata, il mio interesse è stato attirato da un certo numero di cartelli curiosi, taluni dei quali mi solletica riportare (sperando di fare cosa gradita): “qui si incontrano numerosi struzzi”; “ottimo luogo per friggere”; “tua madre è una troia”; “il rifugio del tafano”; “invece di lavorare canta”; “mi fai troppo ridere”.

    15 ore fa  /  0 note

  7. Hoka nr. 968

    - Ho sentito che ti è piaciuto eh?
    - …
    - Prima, ti è piaciuto eh?
    - … sì sì …
    - Però si può fare di meglio eh…
    - Sarà meglio…allora
    - Eh…

    15 ore fa  /  1 nota

  8. Hoka nr. 967

    Mario regge le budella, Agnese ride. Il romanticismo di Mario non le è mai piaciuto e l’unico modo che Agnese ha trovato per dirglielo è stato un fendente, dal basso verso l’alto, con il coltello del nonno Prospero. Gran figlio di puttana il nonno Prospero.

    15 ore fa  /  6 note

  9. Hoka nr. 966

    A te, che tratti queste vecchine inermi di ottant’anni come fossero kamikaze dell’ISIS.

    A te, che eri talmente stupido che non ti hanno fatto fare il carabiniere.

    A te, che metti i guanti neri e minacci di togliere il passaporto ai tunisini.

    A te, che non avevi le qualità manco per entrare nell’esercito.

    A te, che hai sorriso nell’osservare la disperazione di quella signora rumena.

    A te, che volevi fare lo sbirro ma ti sei dovuto accontentare.

    A te, controllore dei biglietti dell’autobus: che la maledizione di Satana possa vegliare sulla tua esistenza.

    16 ore fa  /  2 note

  10. Hoka nr. 965

    E niente, è stato breve ma intenso, di te mi rimarrà quel bicchiere della Harp che ci portammo a casa ubriachi e una macchia rosso scuro sul lenzuolo. Mi avevi consigliato di usare lo smacchiatore, ma sai, io non sono pratico. Resterà lì ad imperitura memoria, a ricordarmi quanto sono stato fesso.

    18 ore fa  /  6 note